English French German Spanish Chinese Arabic Bulgarian Croatian Czech Danish Greek Japanese Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Slovenian Swedish Albanian

Il Portale e Blog degli Autoriparatori e dei Meccatronici Italiani


Il sito web di riferimento tecnico e informativo per Autoriparatori - Elettrauto - Meccanici - Meccatronici


Segui e diventa Fan di Automotive Technology su Facebook!

nuovi messaggi forum Gli ultimi messaggi postati nel nostro Forum degli Autoriparatori nuovi messaggi forum dell'autoriparatore

Segui e diventa Fan di Automotive Technology su Facebook!

banner pubblicità forum autoriparatore banner pubblicità forum autoriparatore


Cerca nel Blog

Feed RSS 2.0

Sostienici anche Tu !

Il Blog e il Forum di Automotive Technology forniscono Info Tecniche e Aree di discussione senza scopo di lucro. Probabilmente le informazioni che qui puoi trovare spesso ti sono di grande aiuto e possono darti una mano (concreta) nel tuo lavoro; se hai voglia di sostenerci puoi farlo con una libera donazione: in questo modo ci darai una mano a sostenere i costi (Dominio, Database MySql, ecc.) e a migliorare ulteriormente il sito.
Grazie per il vostro contributo!

Votaci !

Notizie

Il 'Jettison-D': il nuovo diesel del futuro?

Notizie - News Tecniche
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Giugno 2009 17:30

co2

Il sito, in lingua inglese, www.yet2.com è dedicato ad un innovativo e promettente dispositivo antinquinamento per i motori diesel: il 'Jettison-D', una sorta di 'ionizzatore miracoloso' per motori, compatto, leggero e di semplice installazione.


Attualmente il dispositivo è in fase di sperimentazione negli USA. Si tratta di un rivoluzionario 'ionizzatore' (le cui tecnologie impiegate sono state brevettate dalla Società) che funziona in abbinamento ai classici sistemi di trattamento dei gas di scarico (EGR, ecc.) dei motori diesel, e che permette di abbassare leggermente il consumo di gasolio ma, soprattutto, di ridurre le emissioni inquinanti.

 


Come funziona?
Il 'Jettison-D' trasforma le goccioline incombuste di gasolio e di vapore d'olio (blow-by), presenti nel basamento durante il funzionamento del motopropulsore, in idrocarburi leggeri grazie a questo processo di 'ionizzazione' che realizza il dispositivo. Una volta trasformati (goccioline di gasolio incombusto e goccioline d'olio) in idrocarburi leggeri, vengono re-introdotti nei cilindri dove vengono bruciati in maniera completa.


La prima applicazione dovrebbe riguardare i piccoli motori diesel impiegati nei rimorchi e semirimorchi allestiti a celle frigo, ma se tutto funzionasse come promesso, è evidente l'interesse per essere impiegato anche nei motori diesel di vetture e autocarri.

I primi test eseguiti in un laboratorio certificato dall'Epa (l'Ente statunitense per la protezione dell'ambiente) mostrano consistenti riduzioni delle emissioni di HC (-8,5%) e di polveri (-12,3%) e ridotti miglioramenti per CO (-2,3%), NOx (-1,1%), insieme a un trascurabile aumento della potenza erogata (+0,5%), ottenuto però con consumi inferiori del 5%. Proprio la possibilità di ridurre ulteriormente le emissioni inquinanti senza peggiorare i consumi (anzi addirittura diminuendoli del 5%) e senza penalizzare le prestazioni è la caratteristica più interessante dello ionizzatore in questione.


Insomma il dispositivo promette davvero bene: aspettiamo gli ulteriori sviluppi e l'eventuale interesse che susciterà nei Costruttori.



 


Commentando dichiaro di aver letto il Regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e delle Norme che regolano le discussioni sul Sito

REGOLAMENTO
comments powered by Disqus